L’infinito Hair Gallery Cycling Team oltre la siepe di Leopardi

Porto Recanati (Macerata) – Oltre la siepe di Giacomo Leopardi, c’è l’infinito nella sua misteriosa immensità.
Infinito come la passione sportiva che da trentotto anni ispira la guida di Fabrizio Petritoli, fondatore ed unico presidente della formazione amatoriale Hair Gallery Cycling Team. Immenso come il numero di successi conquistato dai diversi ciclisti che hanno vestito la gloriosa divisa dell’orsetto. Questo pomeriggio a
Porto Recanati, le cui vicende storiche sono strettamente legata alla città di Recanati, Moreno Rapari e Luca Curti hanno monopolizzato le due partenze dell’11° Trofeo del Mare – 1° Trofeo Guido Cittadini.

La prima partenza vedeva in gara i corridori delle categorie junior prima, senior prima, junior e veterani seconda serie (categoria unica) e veterani prima serie che si misuravano lungo il circuito di dieci chilometri completamente pianeggiante, da ripetere cinque volte. Durante il secondo giro, dopo diversi tentativi di
allungo si forma al comando un drappello tra cui i due portacolori della formazione di Piane di Montegiorgio, Moreno Calcinari e Giorgio Temperini.

I corridori delle società non rappresentate nel gruppo di testa, organizzano l’inseguimento e l’altidonese Moreno Rapari si porta alla loro ruota. Non collabora, avendo due compagni di squadra in testa e spera di riuscire a riportarsi sui battistrada per sfruttare il suo spunto veloce in volata.

Dopo il ricongiungimento, Calcinari prova ad anticipare la volata, ma la sua azione è annullata. Temperini pilota Rapari sino all’ultima curva, poi l’esplosiva volata del corridore altidonese, regala alla formazione di Petritoli il primo successo in questo prestigioso appuntamento. Il quarto posto di Temperini chiude l’ottima prova della Hair Gallery Cycling Team.

Al termine della prima prova il vincitore Moreno Rapari, al suo secondo successo stagionale dopo quello conquistato ad Ascoli Piceno la scorsa settimana, ringrazia i suoi compagni di squadra e il presidente Petritoli: “In questa prima parte di stagione ho raggiunto un ottimo stato di forma e nelle gare veloci con
finale in volata riesco ad impormi con facilità. Devo ringraziare i miei compagni di squadra che dopo il ricongiungimento mi hanno guidato e chiuso su tutte le fughe. Questo ci ha permesso di arrivare in volata. Io sono partito dalla quarta posizione del gruppo dei fuggitivi e ho vinto. Voglio ringraziare il presidente
Fabrizio Petritoli e le aziende che sostengono la società offrendoci l’opportunità di svolgere questa attività sportiva”.

Nella seconda prova, gli allunghi si susseguono già dai primi chilometri. A metà gara allungano in undici, tra cui i tre corridori in maglia Hair Gallery Cycling Team, Luca Curti, Paolo Corradetti e Andrea Pierangelini. I battistrada trovano ben presto l’accordo e riescono a guadagnare un minuto di vantaggio sul gruppo.
Nei chilometri finali, Andrea Pierangelini intuisce che il gruppo sta cercando di annullare il tentativo di fuga e si porta in testa al drappello dei fuggitivi, imponendo un’elevata andatura con il chiaro intento di contrastare l’azione di inseguimento del gruppo. La volata è lanciata a settecento metri dal traguardo, Luca Curti riesce a piegare la resistenza di Giuliani e conquista il successo assoluto, mentre Paolo Corradetti sale sul terzo gradino del podio completando il dominio della Hair Gallery Cycling Team. Per Curti è la prima vittoria stagionale.

L’infinito Hair Gallery Cycling Team oltre la siepe di Leopardi 1
L’infinito Hair Gallery Cycling Team oltre la siepe di Leopardi 2